LE PROTEINE: I MATTONI DEL NOSTRO ORGANISMO

 

Il termine deriva dal greco πρῶτος «primo», cioè primario. Sono dei composti organici costituiti da una sequenza di aminoacidi.

Gli aminoacidi, in generale, sono molecole organiche che, unite fra loro, vanno a formare le proteine. In un certo senso sono i “mattoni” che vanno a costruire la struttura proteica e che, in questo caso, vengono definiti aminoacidi proteinogenici.

Guardando la struttura chimica generica di un aminoacido, si nota come abbia al centro sempre un atomo di Carbonio (C) e alle estremità:
1-un gruppo carbossilico (-COOH carbonio, ossigeno e idrogeno)

2- un gruppo amminico (-NO2 azoto e ossigeno)
un atomo di idrogeno (H)

3- una catena laterale (R) sempre diversa per struttura e carica a seconda dell’aminoacido

A seconda di come queste estremità si legano e di quanti aminoacidi si uniscono fra loro, si ottengono proteine differenti.

Gli aminoacidi naturali che concorrono alla formazione delle proteine e che sono fondamentali al funzionamento del nostro corpo sono 20 ai quali vanno a sommarsene 3 scoperti solo recentemente (selenocisteina, pirrolisina e N-formilmetionina).

Di questi 23, 8 vengono essenziali, perché il corpo umano non riesce a crearli da solo ma devono essere necessariamente forniti dalla dieta.

Gli Aminoacidi Essenziali (chiamati anche con l’acronimo AAE – Amino Acid Enhanced) che vanno necessariamente introdotti tramite l’alimentazione, dunque, nello specifico:

LISINA: presente soprattutto in latte, soia, carne, serve alla formazione della carnitina e della vitamina B3. Partecipa alla creazione dell’ormone della crescita e alla fissazione del calcio nelle ossa. È inoltre fondamentale nella produzione di anticorpi ed è parte costituente della cheratina dei capelli (per questo è presente in numerosi integratori per il trattamento dei capelli).

TRIPTOFANO: si trova nel latte e nei latticini, nelle uova, nei legumi, oltre che nelle carni, nel pesce e nel cioccolato. È un aminoacido chiave nella sintesi proteica e nella sintesi di sostanze fondamentali come la serotonina, chiamata anche “ormone del buonumore”, che può essere convertita in melatonina, fondamentale per la corretta regolazione del ritmo sonno-veglia.

FENILALANINA: è coinvolta in tutti i processi metabolici messi in atto dal nostro corpo ed è perciò fondamentale per la nostra sopravvivenza. La produzione di dopamina, ad esempio, neurotrasmettitore fondamentale per la regolazione della frequenza cardiaca e per quella del sonno e dell’umore, dipende dalla fenilalanina. Partecipa alla formazione di ormoni tiroidei e si trova in carne, pesce, uova, riso integrale e grano.
.
TREONINA: è un costituente degli anticorpi e riveste quindi un ruolo fondamentale per il mantenimento del sistema immunitario. Non solo: entra in gioco nelle funzioni depurative di fegato e reni, è un precursore di collagene ed elastina e, in caso di attività sportive, può essere utile per prevenire stiramenti muscolari e traumi dei tendini. Si trova in mais, soia, uova, funghi, merluzzo, carni di maiale, agnello, coniglio e vitello.

METIONINA: consumare latticini, albume d’uovo, merluzzo, proteine della soia, permette un buon apporto di questo aminoacido che è alla base della produzione di carnitina e cisteina, oltre che di creatina, taurina, vitamina B12. Aumenta le capacità depurative del corpo umano e svolge una buona azione lipolitica a livello del fegato.

LEUCINA: latte, mais, pollo e uova sono le fonti principali di questo aminoacido che, a differenza degli altri AEE, si trova anche nei cereali e nei legumi che di solito ne sono poveri. Si può trovare anche nel sesamo, arachidi, lenticchie e pesce. Svolge un ruolo importante a livello muscolare perché accresce la resistenza. Inoltre, stimola la sintesi proteica evitando il catabolismo muscolare – la degenerazione – durante la pratica di attività sportiva intensa o di lunga durata e supporta il metabolismo nei periodi di digiuno.

ISOLEUCINA: è strettamente legata al fabbisogno di glucosio: in caso di carenza di glucosio dovuta, ad esempio, ad un’intensa attività fisica l’isoleucina viene utilizzata come fonte energetica sostitutiva. È in grado di stimolare le cellule che producono insulina. Si trova prevalentemente in mais, patate, pollo, uova, arachidi, bresaola, agnello.

VALINA: svolge importanti funzioni di ricostruzione dei tessuti, soprattutto muscolari, motivo per il quale è particolarmente adatta nell’impiego sportivo laddove questo comporta uno sforzo fisico consistente e particolarmente degenerativo per i muscoli. Il rapido assorbimento da parte dell’intestino la rende quasi immediatamente disponibile. Ne è ricca la polvere di albume, le proteine della soia, l’alga Spirulina, latticini e prodotti caseari.

×